La faccia (felice) delle donne….quando la legge degli uomini “punisce” gli uomini

EVIDENZA-Quote-rosa-INT2

Un effetto devastante. Un “doping” elettorale che ha gonfiato preferenze e sparigliato il mazzo e le previsioni di tutti gli addetti ai lavori, persino quelli più ottimisti. La “prima volta” della doppia preferenza al Comune di Cicciano ha fatto saltare il banco e i risultati delle urne. Dagli scatoloni del ministero se non sono usciti i tradizionali conigli che escono dal cilindro del prestigiatore poco ci è mancato. Scheda dopo scheda, ora dopo ora tutto è stato sempre più chiaro. Sempre più clamoroso. Nei primi cinque posti della classifica ci sono tre donne (Maria De Riggi 1176 voti, Annalisa Casoria 719 voti, Veria Vassallo 625 voti) che hanno portato a “Paese Futuro” 3000 voti sommando anche quelli di Teresa Covone (557 voti) e Lucia Marotta (532 voti) il 34% del totale complessivo. E nessuna della candidate (tutte al debutto assoluto nelle competizioni elettorali) che hanno fatto incetta di preferenze nelle tredici sezioni elettorali dell’ex città della pasta aveva previsto nei sogni più belli un’affermazione di questa portata. Si sapeva che la vittoria della lista avesse portato benefici a tutti i candidati ma nessuno aveva sospettato una sperequazione elettorale. Al punto che in molti hanno già bocciato la nuova legge che concede a questo punto la disparità agli uomini costretti a cedere voti alle donne. E’ l’analisi del voto è impietosa: le donne hanno “pizzicato ovunque” e i risultati sono stati sorprendenti al punto tale che una delle consigliere elette ha detto a mo’ di battuta: “Mamma mia quanti voti, ma io nemmeno le conosco tutte queste persone”. Un’affermazione che fotografa al meglio il voto in rosa espresso a Cicciano. Come conferma la prima eletta Maria De Riggi recordwoman di preferenze: “E’ stato sicuramente una vantaggio la doppia preferenza ma siamo state anche un valore aggiunto per le nostre liste”. “Un’analisi che coinvolge e numericamente anche di più anche la lista Uniti per Cicciano guidata dal candidato alla carica di sindaco Giuseppe Tarantino che vede tra le sue fila come prima eletta consigliere comunale Felicia Delle Cave con 520 preferenze con Anna De Luca (293 voti) che ha sfiorato il seggio perdendolo per appena un voto. Anche le altre tre donne (Teresa Genovese 272 voti, Carmela De Riggi 271 voti e Anna Sirignano 161 voti ) hanno ben figurato portando in dote alla lista 1517 preferenze quasi il 40% del complessivo. Ma c’è anche da dire che finalmente e per la prima volta Cicciano (ma anche in altre realtà è così) ci saranno sei presenze femminili in consiglio comunale e anche nell’esecutivo come ha già annunciato il neo sindaco Raffaele Arvonio: “Non posso non tenere conto del risultato che hanno ottenuto le donne”. Il mondo è delle donne. Certo. Anche quello della politica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...